La magia della conservazione: come evitare lo spreco alimentare in modo semplice

Indice dei contenuti

Ogni giorno, tonnellate di cibo vengono sprecate in tutto il mondo, contribuendo a un impatto ambientale significativo. Ma possiamo fare la differenza, iniziando proprio dalla nostra cucina!

In questo articolo, esploreremo insieme il mondo della conservazione alimentare nel frigorifero e nel freezer. Ti svelerò i segreti per organizzare gli alimenti in ogni scomparto e, soprattutto, ti presenterò una novità emozionante che presto farà parte della routine della nostra spesa!

Pronto a scoprire come ridurre lo spreco alimentare e mantenere la freschezza dei tuoi cibi? Continua a leggere e preparati a una nuova esperienza nella tua cucina!

Rispetto per gli alimenti

Organizziamo il nostro frigorifero e freezer!

Iniziamo da come organizzare saggiamente gli alimenti in ciascun spazio, massimizzando la freschezza e riducendo lo spreco all’interno del frigorifero:

  • Parte alta (temperatura di 6 – 8°C): questa zona ha una temperatura media, ideale per cibi già cotti e avanzi da consumare velocemente.
  • Parte bassa (temperatura di 0 – 2°C): ideale per alimenti altamente deperibili come carne cruda, pesce e prodotti lattiero-caseari. La temperatura costante aiuta a preservare la freschezza e a prevenire la proliferazione batterica.
  • Cassetti (temperatura di 7 – 10°C): questa area offre un ambiente più umido, rendendola perfetta per frutta e verdura. È consigliabile conservare questi alimenti in contenitori sigillati per mantenere l’umidità e prolungarne la freschezza.
  • Porte (temperatura fino a 8 – 10°C): data la temperatura leggermente più alta, possiamo conservare prodotti meno deperibili come bevande, condimenti, uova e burro. Evitiamo di mettere latticini delicati in questa zona, poiché le variazioni di temperatura possono comprometterne la qualità.

Ora passiamo al freezer:

  • Scomparto superiore: questa parte è la più fredda e stabile, adatta per conservare carne, pollame, pesce e prodotti surgelati a lunga conservazione. È importante congelare gli alimenti in contenitori sigillati per preservarne la freschezza e evitarne la contaminazione.
  • Scomparto inferiore: questo scomparto ha una temperatura leggermente più alta rispetto al superiore. È perfetto per conservare pane, frutta surgelata, verdure e altri prodotti congelati a medio-lunga conservazione.
Alimenti freschi in tavola

Seguire queste linee guida aiuta a mantenere gli alimenti freschi più a lungo, riducendo gli sprechi e risparmiando denaro.

Ricordati anche di questi 7 suggerimenti:

  1. Conserva gli alimenti a temperature sicure: il frigorifero dovrebbe essere tra 1 e 4 gradi Celsius, mentre il freezer a -18 gradi Celsius o inferiore.
  2. Etichetta e data ogni alimento: in questo modo, saprai sempre quando è stato preparato o acquistato e potrai consumarlo prima che scada.
  3. Utilizza contenitori trasparenti: oltre a mantenere il frigorifero organizzato, i contenitori trasparenti ti permetteranno di vedere facilmente cosa c’è all’interno e monitorare la freschezza degli alimenti.
  4. Pratica il “primo dentro, primo fuori”: posiziona gli alimenti nuovi dietro quelli già presenti, in modo da consumare prima quelli che sono stati nel frigorifero o nel freezer più a lungo.
  5. Sfrutta il potere del congelamento: sfrutta il tuo freezer per conservare alimenti come carni, pesce, pane, verdure surgelate e piatti cucinati in porzioni singole. Assicurati di congelare gli alimenti correttamente, sigillandoli in contenitori ermetici.
  6. Dividi i cibi crudi e cotti: mantieni una separazione chiara per prevenire il rischio di contaminazione. Utilizza contenitori sigillati per conservare gli alimenti crudi, come carne e pollame, e assicurati di posizionarli sul ripiano inferiore per evitare eventuali gocce che potrebbero contaminare altri alimenti.
  7. Evita il sovraffollamento: l’aria fredda deve poter circolare liberamente per mantenere una temperatura uniforme. Evita di ammassare troppi alimenti in uno spazio ridotto, poiché ciò potrebbe compromettere la qualità e la freschezza degli alimenti.

La corretta conservazione dei cibi nel frigorifero e nel freezer è un passo importante verso la riduzione dello spreco alimentare. Rendiamo questa pratica parte integrante delle nostre abitudini quotidiane, educando anche i nostri figli, amici e parenti sull’importanza di utilizzare gli alimenti in modo responsabile.

Risparmio e sostenibilità

N.B.: Di recente, la Società Italiana di Medicina Ambientale (SIMA) e l’Università di Bari hanno sviluppato un innovativo sistema di etichettatura per i prodotti alimentari chiamato “Med Index”. Questo sistema mira a promuovere la dieta mediterranea e a incoraggiare i produttori a realizzare alimenti più sani e sostenibili. L’introduzione di “Med Index” ha suscitato grande interesse nella comunità scientifica italiana, che auspica che la Commissione europea adotti questo sistema come modello di etichettatura. L’obiettivo è rendere obbligatoria questa etichettatura a partire dal 2024 nell’Unione Europea, offrendo ai consumatori una maggiore trasparenza e possibilità di scelta consapevole.

Ti lascio il video pubblicato in anteprima che spiega come andranno lette le nuove etichette!

MED INDEX - SIMA

SIMA

Picture of Martina Soldi

Martina Soldi

Sono l'ideatrice di questo spazio; la mia passione è essere sempre aggiornata su tematiche riguardanti l’ambiente e la salvaguardia del nostro pianeta. L'obiettivo è creare consapevolezza ai lettori del mio blog ed essere un punto di riferimento su questi argomenti.
Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Salute e benessere

Borotalco? Scopri perché è meglio evitarlo

20 Giu 2024

Martina Soldi

Sostenibilità ed edilizia

Differenze tra LCC e CME

13 Giu 2024

Diego Ratti

Sostenibilità ed edilizia

Differenze tra APE e LCA

30 Mag 2024

Diego Ratti

Salute e benessere

Magnesio: un elemento vitale

23 Mag 2024

Martina Soldi

Sostenibilità ed edilizia

Il significato di LEED e APE

16 Mag 2024

Diego Ratti

Sostenibilità ed edilizia

Differenze tra CAM e LCA

2 Mag 2024

Diego Ratti