Overshoot Day – Sai di cosa si tratta?

Indice dei contenuti

*** 15 Maggio 2023 ***

Questa data rappresenta il giorno in cui il nostro paese, quest’anno, ha consumato più risorse di quelle che la Terra può rigenerare in un anno. Significa che stiamo vivendo al di là delle nostre possibilità, mettendo a rischio il nostro pianeta e le future generazioni.

Se tutti gli 8 miliardi di persone che abitano il nostro pianeta adottassero lo stesso stile di vita degli italiani, avremmo bisogno di 2,7 Terre per soddisfare le nostre esigenze.

Questo dato sconcertante mette in luce l’impatto insostenibile delle nostre abitudini di consumo attuali e l’urgenza di adottare uno stile di vita più sostenibile. Dobbiamo fare scelte consapevoli e responsabili per ridurre la nostra impronta ecologica e preservare le risorse del nostro pianeta per le future generazioni.

Cura della nostra Terra

Qualche dato in più...

Dal lontano 1965, l’Italia ha costantemente superato la sua capacità di sostenere la propria impronta ecologica. Nel 2007, si è raggiunto il picco massimo con un valore di 3,33 Terre, ma da allora c’è stato un leggero calo seguito da una fase di stabilizzazione intorno alle 2,6-2,7 Terre a partire dal 2013, anche se il trend è in leggero aumento.

A livello globale, solo 51 paesi rimangono a credito fino alla fine dell’anno. Tra le grandi economie, solo l’India rientra in questa categoria. Il paese più virtuoso è il Benin, che esaurisce la sua quota di risorse il 26 dicembre, mentre il peggiore è ancora il Qatar, con un debito ecologico che inizia già l’10 febbraio. Negli Stati Uniti, l’Overshoot Day cade il 13 marzo, mentre il paese europeo con il peggior risultato è il Lussemburgo, che raggiunge il 2° posto il 14 febbraio.

Carta geografica

Cosa possiamo fare?

Ci sono molte soluzioni pratiche che possiamo adottare nella nostra vita di tutti i giorni per ridurre la nostra impronta ecologica e contribuire a rendere il nostro stile di vita più sostenibile!

Di seguito ti riporto 10 consigli pratici che potrai adottare fin da subito:

  1. Ridurre gli sprechi: cominciamo a monitorare attentamente il nostro consumo alimentare, evitando gli sprechi e utilizzando gli avanzi per creare nuovi pasti. Diamo una seconda vita agli oggetti invece di gettarli via e riduciamo l’utilizzo di materiali monouso.
  2. Ottimizzare l’utilizzo delle risorse: ridurre il consumo di acqua, energia e combustibili fossili nella nostra casa e nel nostro ambiente di lavoro. Spegniamo le luci quando non servono, utilizziamo elettrodomestici ad alta efficienza energetica e consideriamo l’utilizzo di energie rinnovabili.
  3. Scegliere il trasporto sostenibile: preferiamo i mezzi di trasporto pubblici, la bicicletta o la camminata per spostarci nelle nostre attività quotidiane. Se necessario, consideriamo l’utilizzo di veicoli elettrici o ibridi per ridurre le emissioni di gas serra.
  4. Promuovere il consumo responsabile: scegliamo prodotti locali e di stagione per ridurre l’impatto ambientale del trasporto e supportare l’economia locale. Prediligiamo prodotti confezionati in materiali riciclabili o compostabili, evitando plastica e imballaggi inutili.
  5. Educare e condividere: diffondiamo la consapevolezza sull’importanza della sostenibilità, educando amici, familiari e colleghi su come ridurre l’impatto ambientale. Condividiamo le nostre esperienze, suggerimenti e soluzioni sostenibili attraverso i social media e la partecipazione a eventi e iniziative locali.
  6. Ridurre l’uso di plastica: evitiamo l’utilizzo di sacchetti di plastica monouso e bottiglie d’acqua, optando per alternative riutilizzabili come sacchetti in tessuto e bottiglie in acciaio inossidabile. Riduciamo l’uso di cannucce di plastica e scegliamo alternative ecologiche come quelle in acciaio inox o bambù.
  7. Compostaggio: avviamo un compostaggio domestico per ridurre gli scarti organici che finiscono in discarica. Il compostaggio ci permette di trasformare i rifiuti organici in prezioso fertilizzante per il nostro giardino o le piante da interno.
  8. Supporto a prodotti eco-sostenibili: preferiamo prodotti realizzati con materiali riciclati, biodegradabili o a basso impatto ambientale. Scegliamo detergenti ecologici, prodotti per la pulizia e cosmetici naturali che rispettano l’ambiente e la nostra salute.
  9. Riduzione dell’uso di energia: riduciamo l’uso di elettricità inutilizzata spegnendo e staccando gli apparecchi elettronici quando non sono in uso. Utilizziamo lampadine a LED a basso consumo energetico e riduciamo l’uso del condizionatore d’aria e del riscaldamento quando possibile.
  10. Coinvolgimento nella comunità: partecipiamo a iniziative locali volte a promuovere la sostenibilità, come la pulizia dei parchi, la promozione del riciclo e la sensibilizzazione attraverso eventi e workshop. Insieme possiamo creare un impatto più significativo e diffondere una cultura di sostenibilità nella nostra comunità.

N.B.: Hai mai pensato di partecipare alle attività locali organizzate da Plastic Free? È un’opportunità fantastica per mettere in pratica i tuoi valori ambientali! Basta visitare il sito https://www.plasticfreeonlus.it/ nella sezione “Eventi” per trovare il luogo più vicino a te. Prendi parte a questa iniziativa portando con te i guanti e unirti ad altre persone con la stessa passione. È un’occasione per passare una giornata speciale in compagnia, regalando al nostro pianeta un grande gesto di amore e cura. Non vedrai l’ora di fare la differenza insieme!

Picture of Martina Soldi

Martina Soldi

Sono l'ideatrice di questo spazio; la mia passione è essere sempre aggiornata su tematiche riguardanti l’ambiente e la salvaguardia del nostro pianeta. L'obiettivo è creare consapevolezza ai lettori del mio blog ed essere un punto di riferimento su questi argomenti.
Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Sostenibilità ed edilizia

Differenze tra LCC e CME

13 Giu 2024

Diego Ratti

Cambiamento climatico

Piante per la sopravvivenza

6 Giu 2024

Martina Soldi

Sostenibilità ed edilizia

Differenze tra APE e LCA

30 Mag 2024

Diego Ratti

Salute e benessere

Magnesio: un elemento vitale

23 Mag 2024

Martina Soldi

Sostenibilità ed edilizia

Il significato di LEED e APE

16 Mag 2024

Diego Ratti

Salute e benessere

Inquinamento elettromagnetico

9 Mag 2024

Martina Soldi