Inquinamento silenzioso: scopri il lato oscuro degli pneumatici

Indice dei contenuti

In questa edizione della mia newsletter, esploriamo il lato oscuro delle gomme sull’asfalto e il loro impatto sull’inquinamento dell’aria. Scopriremo insieme come le gomme degli pneumatici, sebbene spesso sottovalutate, possono contribuire in modo significativo all’inquinamento atmosferico e non solo. Dall’usura alla micropolvere, è tempo di conoscere il ruolo nascosto di questo elemento essenziale dei veicoli nel nostro ambiente.

Alcune informazioni importanti

Oggi gli pneumatici sono fatti al 19% di gomma naturale e al 24% di gomma sintetica, che è un polimero della plastica. Il resto è di metallo e altre componenti. Produrre pneumatici ha ancora un impatto ambientale gigantesco, che va dalla deforestazione all’utilizzo di combustibili fossili per produrre le gomme sintetiche, fino al processo di assemblaggio.

La produzione di gomme moderne per automobili richiede 25 litri di petrolio, mentre le gomme per camion ne richiedono oltre 80.

Il ciclo invisibile degli pneumatici

Mentre guidiamo lungo le strade, l’usura costante degli pneumatici genera piccole particelle di gomma, note come micropolvere. Queste minuscole particelle possono diventare invisibili, ma il loro impatto sull’aria e sulla qualità dell’aria è tutt’altro che insignificante. Anche le parti plastiche, contenute al loro interno, si disperdono nell’ambiente, spesso e volentieri finiscono nei corsi d’acqua e a loro volta inquinano l’ecosistema.

Traffico nelle nostre città

Micropolveri e plastiche: una reale minaccia

Le particelle di gomma provenienti dagli pneumatici si diffondono nell’aria e possono essere inalate, potenzialmente causando problemi di salute per le persone e contribuendo all’inquinamento atmosferico. Questo fenomeno non solo riguarda le aree urbane, ma anche le zone più remote e naturali, sfociando nella contaminazione delle acque che vengono utilizzate per l’agricoltura e gli allevamenti.

Gli effetti dell'inquinamento atmosferico

L’inquinamento dell’aria derivante dalle gomme degli pneumatici si combina con altre fonti di inquinamento, portando a una serie di effetti dannosi per l’ambiente e la salute umana. La presenza di micropolvere e di altre sostanze nocive pone una sfida significativa nella lotta contro il cambiamento climatico e la tutela dell’ecosistema.

Ecosistemi da preservare

La chiamata all'azione

Dalla produzione alla guida, ciascuno di noi può contribuire a mitigare l’impatto degli pneumatici sull’ambiente. Questa realtà richiede una maggiore attenzione, una ricerca continua e un impegno collettivo per adottare pratiche più sostenibili in modo da proteggere la nostra amata Terra.

È giunto il momento di porre l’attenzione sugli pneumatici e il loro contributo all’inquinamento atmosferico. È solo attraverso l’informazione e l’azione che possiamo guidare verso un futuro sostenibile, affrontando questa sfida con responsabilità e determinazione.

Picture of Martina Soldi

Martina Soldi

Sono l'ideatrice di questo spazio; la mia passione è essere sempre aggiornata su tematiche riguardanti l’ambiente e la salvaguardia del nostro pianeta. L'obiettivo è creare consapevolezza ai lettori del mio blog ed essere un punto di riferimento su questi argomenti.
Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Salute e benessere

Borotalco? Scopri perché è meglio evitarlo

20 Giu 2024

Martina Soldi

Sostenibilità ed edilizia

Differenze tra LCC e CME

13 Giu 2024

Diego Ratti

Cambiamento climatico

Piante per la sopravvivenza

6 Giu 2024

Martina Soldi

Sostenibilità ed edilizia

Differenze tra APE e LCA

30 Mag 2024

Diego Ratti

Salute e benessere

Magnesio: un elemento vitale

23 Mag 2024

Martina Soldi

Sostenibilità ed edilizia

Il significato di LEED e APE

16 Mag 2024

Diego Ratti