Pratica ENEA per condizionatori

Indice dei contenuti

Il 2024 porta grandi opportunità di risparmio per chi desidera migliorare l’efficienza energetica della propria abitazione grazie ai diversi bonus disponibili per la sostituzione o installazione dei condizionatori. Ecco una guida dettagliata per capire come sfruttare al meglio queste agevolazioni.

Ho pensato di scrive questo articolo per ricapitolare:

  • Ecobonus al 65%
  • Bonus Casa al 50%
  • Adempimenti e documenti da conservare per accedere alla detrazione fiscale nei 10 anni

Ma partiamo per ordine…

Che cos’è la Pratica Enea?

La Pratica Enea (anche detta Dichiarazione Enea) è un documento che deve essere presentato all’ente chiamato ENEA  nel momento in cui si vuole usufruire dell’Ecobonus e Bonus Ristrutturazione (Bonus Casa). E’ un documento riepilogativo degli interventi effettuati sull’immobile che certifica il rispetto delle leggi in tema di bonus fiscali.

E' obbligatoria la Dichiarazione Enea?

La risposta è dipende.

Se non si vuole accedere ai bonus statali, quali Ecobonus e Bonus Casa (ristrutturazione) non è da inviare. Al contrario, sarà da inviare tramite il portale ENEA entro 90 dalla data di fine lavori.

Chi fa la Pratica Enea condizionatori?

L’invio della Pratica Enea è un servizio che viene solitamente offerto da chi vi fornisce il condizionatore, come di norma fanno le aziende con le quali collaboro; in alternativa l’acquirente si può rivolgere ad un tecnico che si occupa di questo, ecco perché ho predisposto anche il servizio per il privato.

Sei un'azienda o un privato? Scopri il servizio che fa al caso tuo!

Come fare la Pratica Enea per condizionatori?

Per la redazione della Dichiarazione Enea sono necessari questi documenti:

  • Scheda riepilogativa dei dati del cliente (è un modulo che metto a disposizione con il mio servizio)
  • Contratto firmato per verificare la congruenza dei prodotti e degli importi con quelli riportati in fattura
  • Data di inizio e fine lavori
  • Fattura o fatture per avere un importo totale dell’intervento
  • Copia dei bonifici parlanti
  • Dichiarazioni di conformità del prodotto

Una volta ottenuti tutti i documenti si procederà con la compilazione e l’invio al portale ENEA.

La Pratica Enea può essere fatta online, ovvero, una volta ricevuti tutti i dati relativi al lavoro sarò in grado di completare il tutto senza la necessità di recarmi sul posto. Proprio per questo, il mio servizio è offerto a clienti su tutto il territorio nazionale.

Costo della Pratica Enea?

Il costo della Pratica Enea è variabile, infatti dipende se il servizio richiesto è rivolto al privato (quindi supporterò il cliente con il reperimento dei dati e quant’altro per arrivare a produrre il documento), oppure se è offerto come servizio dal fornitore del condizionatore.

Ti lascio i link ai miei servizi in base a se sei un’azienda oppure un privato.

Ecobonus condizionatori al 65%

L’Ecobonus offre una detrazione fiscale del 65% sulle spese sostenute per sostituire una caldaia a gas con uno o più climatizzatori da utilizzare, dunque, come impianto di riscaldamento in via esclusiva e non di appoggio al gas.

L’importo massimo di spesa è di circa 46.153,84 € (quindi 30.000 € è l’importo massimo che si porta in detrazione per unità immobiliare).

Quali sono i requisiti per accedere all'Ecobonus?

I requisiti per accedere al bonus sono:

  • L’edificio deve essere esistente e dotato di impianto termico
  • L’intervento deve configurarsi come sostituzione di una caldaia a gas con uno o più climatizzatori (quindi non come nuova installazione)

Quando scade l’Ecobonus?

Questo bonus scadrà il 31 dicembre 2024, se non ci saranno proroghe da parte dello Stato.

Bonus Casa condizionatori al 50%

Il Bonus Casa permette di detrarre il 50% delle spese per installare un condizionatore senza sostituire un impianto esistente o se il condizionatore serve solo per il raffrescamento. Il bonus è rivolto solamente ai clienti privati, sono quindi escluse le aziende.

La detrazione al 50% è su un importo massimo di spesa di 96.000 € (quindi 48.000 € è l’importo massimo da portare in detrazione per unità immobiliare), da dilazionare in 10 quote annuali di pari importo.

Quando scade il Bonus Casa?

Questo bonus scadrà il 31 dicembre 2024, infatti dal 1 gennaio 2025 vedrà scendere l’aliquota di detrazione al 36% e l’importo di spesa a 48.000€.

Quali sono i documenti da conservare?

Questa è la classica domanda, nonché la più importante, visto che si tratta di ottenere la detrazione fiscale.

E’ importante conservare questi documenti per eventuali controlli da parta dell’Agenzia delle Entrate; questi documenti sono:

  • Schede tecniche del prodotto e dichiarazione di conformità
  • Fatture e ricevute di pagamento effettuate mediante bonifico parlante
  • Comunicazione all’ENEA entro 90 giorni dalla fine dei lavori

Se hai dubbi o domande in merito, puoi contattarmi alla mail che trovi nei contatti, sarò lieta di aiutarti!

Picture of Geom. Martina Soldi

Geom. Martina Soldi

Sono Geometra e Libera Professionista, specializzata nella redazione delle Dichiarazioni Enea per Aziende e per Privati. Mi aggiorno costantemente sui temi legati alle detrazioni fiscali per offrire un servizio completo ai miei clienti.
Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Detrazioni fiscali

Pratica ENEA per caldaia

4 Lug 2024

Geom. Martina Soldi

Detrazioni fiscali

Pratica ENEA per infissi

25 Giu 2024

Geom. Martina Soldi

Detrazioni fiscali

730 per detrazione fiscale

17 Giu 2024

Geom. Martina Soldi

Detrazioni fiscali

Bonus Casa 2024

11 Giu 2024

Geom. Martina Soldi

Detrazioni fiscali

Ecobonus 2024

10 Giu 2024

Geom. Martina Soldi

Detrazioni fiscali

Bonifico parlante Intesa San Paolo

7 Giu 2024

Geom. Martina Soldi